Eugenio Caviglia - Oltre la coltre {Sicco-Tardito-Caviglia}


Non puoi rimanere ancora nel pensiero della gente in attesa di passare oltre la coltre Vuoi passare oltre la coltre vedi ombre senza sole e non sai vedere il vuoto neanche da una ciminiera vivi avvolto dalle tenebre che ti sei creato attorno mentre hai la poesia come di un aratro in volo esultante e competente quando dai le tue risposte poi attonito e deriso quando affermi con certezza che sbagliata è la domanda Vuoi passare oltre la coltre vedi ombre senza sole e non sai vedere il vuoto che ti sei creato dentro Non conosci l'impudenza né imbarazzo o pentimento sei assente non capisci e rimani indifferente anche sapendo che un bel giorno la tua voce sparirà

© traccefresche 1999 Creative Commons License
Questo sito è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.